Siamo in Loc. Venella - Terontola (AR)
Chiamaci: 0575.67380
Spedizioni in tutto il mondo

Tylecodon

Tylecodon buchholzianus Acquista Tylecodon buchholzianus
A partire da 4.00€
Tylecodon cacalioides Acquista Tylecodon cacalioides
A partire da 32.00€
Tylecodon grandiflorus Acquista Tylecodon grandiflorus
A partire da 5.00€
Tylecodon leucothrix Acquista Tylecodon leucothrix
A partire da 14.70€
Tylecodon paniculatus Acquista Tylecodon paniculatus
A partire da 16.00€
Tylecodon pearsonii Acquista Tylecodon pearsonii
A partire da 12.60€
Tylecodon racemosus Acquista Tylecodon racemosus
A partire da 62.00€
Tylecodon reticulatus Acquista Tylecodon reticulatus
A partire da 88.00€
Tylecodon schaeferianus Acquista Tylecodon schaeferianus
A partire da 2.40€
Tylecodon singularis Acquista Tylecodon singularis
A partire da 25.20€
Tylecodon sp. Acquista Tylecodon sp.
A partire da 18.00€
Tylecodon stenocaulis Acquista Tylecodon stenocaulis
A partire da 16.80€
Tylecodon striatus Acquista Tylecodon striatus
A partire da 6.00€
Tylecodon wallichii Acquista Tylecodon wallichii
A partire da 8.40€
Tylecodon

Il suo nome è un simpatico anagramma del genere Cotyledon, per indicare che precedentemente ne facevano parte, ma solo negli anni Settanta divennero un genere a sé stante per le loro piccole foglie carnose che, diversamente dall’altro, sono decidue. Nonostante i fusti rimangano spogli, la loro nudità li contraddistingue e li rende molto particolari, per questo fortemente apprezzati dai collezionisti esperti, così come dai neofiti perché molto semplici da coltivare: con poche attenzioni sapranno deliziarvi con piccoli ma graziosi fiori campanulati. Ecco alcuni semplici consigli per la sua corretta cura e coltivazione: Richiede molta luminosità durante tutte le stagioni e situazioni piuttosto arieggiate. E' preferibile tenerla a temperature miti e soprattutto mai inferiori a 6°C, per tale motivo si consiglia di posizionarla in luoghi ben riparati durante l’inverno. Va annaffiata con moderazione e solo quando il terreno è completamente asciutto. E' sufficiente una volta a settimana in primavera e estate, una riduzione a cadenza in autunno-inverno fino a quasi sospenderla del tutto. E' ottimale un terriccio adatto per cactacee, meglio ancora se ulteriormente misto a pomice o lapillo. Non necessitano di frequenti concimazioni, sarà sufficiente diluire del concime specifico con l'acqua delle annaffiature una volta all'anno.